“Billy” è la prima produzione interna di Reboot Teatro, uno spettacolo d’improvvisazione teatrale nato dalla collaborazione con uno dei più grandi improvvisatori italiani, Antonio Vulpio.

Chi è Billy? Billy è uno di noi.
Billy, a volte, siamo noi senza rendercene conto.
Billy è tutto ed il contrario di tutto.
Billy viene da molto lontano e si insinua lì dove è difficile arrivare.
Noi lo abbiamo conosciuto e vorremo presentarlo anche a voi… Ma attenzione perché non è una persona semplice.

Quando?
3 Febbraio ore 21,00

Dove?
Tedacà
Via Ludovico Bellardi, 116, Torino

Biglietto
13 euro normale
11 euro tesserati reboot teatro e iscritti ad altre scuole di improvvisazione (mostrare tessera) e prenotati 1 euro per ogni biglietto verrà devoluto all’associazione il Bandolo.

Per info e prenotazioni scrivere a press@rebootteatro.it

Deborah Fedrigucci
Antonio Vulpio
Mauro Simolo
Nancy Citro
Roberto Tavella

Musiche del maestro Enrico Messina.

FEDRIGUCCI DEBORAH
Attrice e improvvisatrice.
Inizia a formarsi nel 2001 alla Scuola di Improvvisazione Teatrale e poi studia teatro all’ accademia triennale per attori “Scuola delle Arti” (canto,danza e recitazione teatrale e cinematografica) diretta da Pino Quartullo approfondendo le tecniche attoriali con diversi attori e registi.
Ad oggi è una docente di Improvvisazione Teatrale SNIT Certificata, insegna in diverse scuole ed è formatice in corsi per il teatro di impresa, laboratori teatrali e d’improvvisazione per ragazzi e adulti.
Nel suo bagalio esperienziale ha la danza, il musical ( tournèe nazionali), il teatro classico, l’improvvisazione con esperienze in Italia e all’estero e c’è ancora tanto spazio!

Antonio Vulpio

Nasce a Milano il 1° Aprile 1972.

Si avvicina per la prima volta al teatro e all’improvvisazione nel 1996 a Milano attraverso la Lega Italiana Improvvisazione Teatrale (LIIT) studiando fra gli altri, con Daniela Morozzi e Giuliana Musso.

Nel 1998 entra a far parte della compagnia professionale e a collaborare con diversi gruppi di improvvisazione teatrale e finisce con il trasferirsi a Bologna nel 2002.

Nello stesso anno inizia a sperimentare le tecniche di long form studiando con Regina Saisi del “True Fiction Magazine” e si avvicina al teatro fisico e alla contact improvisation, studia tecniche di commedia dell’arte con Fabio Mangolini.

Dal 2003 inizia a frequentare molte compagnie del panorama internazionale in Europa, Stati Uniti e Australia, e approfondendo i metodi di Keith Johnstone e Del Close.

Nel 2006 insieme ad un piccolo gruppo di attori contribuisce a creare quella che oggi è l’ ensemble internazionale ”Orcas Island project” diretto da Randy Dixon, con il quale svolge a tutt’oggi un’attività di ricerca e sperimentazione sull’ improvvisazione.