Hai scoperto quali sono i cinque buoni motivi per seguire un corso di improvvisazione teatrale e adesso vuoi saperne di più?

Sei pronto per metterti in gioco ma vorresti prima capire cosa ti aspetta?

 Eccoti accontentato! 

 

Seguendo il laboratorio di recitazione lavorerai su cinque diversi aspetti caratteristici  della tua persona e del palcoscenico.

 

Il testo

Durante le lezioni verrà analizzato a fondo un testo, cercando di coglierne ogni sfaccettatura e di leggere tra le righe, in modo da poter mettere in scena la miglior interpretazione possibile.

Attraverso il lavoro sul testo ti confronterai con i tuoi compagni e imparerai a seguire le indicazioni del regista, formandoti così a trecentosessanta gradi.

 

La voce

Una delle prime cose che farai sarà imparare a modulare il tono della tua voce e a variarne l’inclinazione a seconda delle necessità di scena: è importante che le tue parole vengano ascoltate chiaramente dai tuoi compagni e dal pubblico in sala.

Imparerai a caratterizzare i tuoi personaggi con mille sfaccettature diverse utilizzando solo la voce, e sarai sorpreso di come questo unico dettaglio renderà le tue interpretazioni uniche e molto realistiche.

 

Il corpo

Sapevi che ll 55% della comunicazione avviene attraverso il linguaggio del corpo?

Il corpo di ognuno di noi concede infinite possibilità espressive che, durante l’improvvisazione, trovano sfogo nell’interpretazione: una particolare andatura, un tic oppure un diverso modo di stringere la mano possono fare la differenza tra un personaggio banale e un personaggio di valore.

 

L’improvvisazione

La tua creatività qui si sentirà libera di esprimersi: improvvisare una battuta di risposta, uno stato d’animo, un’emozione o ancora una reazione agli eventi. Sono queste le capacità che ti renderanno un attore completo.

Ma l’improvvisazione è nulla senza l’ascolto: imparerai a conciliare le due cose e a fare di ogni necessità virtù, una capacità che ti tornerà utile sul palcoscenico e non solo.

 

L’interpretazione

Ciò che più d’ogni altra cosa caratterizza una buona interpretazione è la capacità dell’attore di mostrare al pubblico una ruota di emozioni: una risata al momento giusto, una fronte corrugata o uno sguardo puntato sui piedi possono trasmettere molto più di quanto si pensi.

Durante le lezioni, inoltre, imparerai i ritmi dell’improvvisazione: quando fermarti durante un monologo per una pausa ad effetto, quando accelerare, rallentare o calcare su una frase o una parola.

 

 

A questo punto il pubblico non potrà più resisterti! 

Sei pronto ad intraprendere questa nuova avventura?